Esclusivo/Pontecorvo – Primo al Tokyo International Photo Awards: l’intervista a Stefano Gerardi

Ha vinto di nuovo. Ancora una volta è entrato negli albori della fotografia internazionale. Stefano Gerardi, noto fotografo  pontecorvese si aggiudicato il Tifa a Tokio. Lo abbiamo intervistato, per capire emozioni, gioie e aspettative.

Stefano Gerardi, un nuovo importante primato in ambito internazionale, al Tokyo International Photo Awards: cosa si prova nell’ottenere tanto successo a livello internazionale? 

 
“Appena mi hanno comunicato il successo ho provato gioia e gratificazione, come ad ogni premio ricevuto… questa volta però la mia felicità si è soffermata sul pensiero che la mia foto vincitrice sarà in esposizione a Tokyo. Superata l’emozione della notizia, come dopo ogni vittoria di un premio, mi carico di energia per concentrarmi sui successivi lavori e migliorare ulteriormente”. 
 
Ci descrive la foto, dalla genesi all’impatto finale… 
 
 “Si tratta di una fotografia di una coppia di sposi che hanno deciso di legarsi con un tatuaggio. La forza della foto sta nel taglio fotografico che ho scelto: il formato quadrato che divide a metà i due volti connessi dal tatuaggio, taglia ed unisce allo stesso tempo i soggetti che si fondono alla perfezione come due parti di un tutt’uno. Inoltre la scelta del bianco e nero che esalta la grafica e la qualità della luce piatta descrittiva su fondo bianco, esaltano il carattere degli sposi e portano l’attenzione sull’elemento che li “connette”.”
 
 
Qual è il segreto di così tanto spiccato senso artistico? 
 
“La genialità… scherzo!!! Sbagliare e riprovare fin che non arrivo molto vicino alla perfezione”.
 
 
Un consiglio alle giovani leve della fotografia? 

“Provate a copiarmi più che potete ed aggiungeteci anche tanto del vostro”.

Cliccare sulla foto per le dimensioni reali

 

caravince