Provincia – Sicurezza e riqualificazione delle strade: ecco gli interventi

Priorità alla sicurezza e alla riqualificazione delle strade: è questo l’obiettivo della Provincia di Frosinone e del presidente Antonio Pompeo che, nonostante la mancanza di certezze sul trasferimento delle risorse, attraverso una oculata azione di razionalizzazione delle spese e soprattutto attraverso una scelta politica ben precisa, sta avviando tutta una serie di interventi sulla rete stradale di competenza.

Si tratta di una prima tranche di lavori, alcuni già in fase di attuazione altri per i quali manca solo di espletare le ultime pratiche amministrative, a cui ne seguirà per l’inizio della stagione estiva una successiva.

I lavori interessano in particolare la sistemazione del manto stradale, con il rifacimento e la bitumazione del tappetino, la pulizia dei fossi e la realizzazione della segnaletica orizzontale.

Conclusi già quelli sulla SP 144 Fontana Liri- Arpino in comune di Arpino, sono stati avviati gli interventi sulla SP 139 accesso a Santopadre; sulla SP 16 Palombara – Caragno in territorio di Ceprano; sulla SP 155 per Fiuggi; sulla SP Palianese a Paliano e a Ferentino sulla SP “Pietralata – Tecchiena.

Seguiranno a breve, anche perché tali lavori necessitano di condizioni meteo favorevoli, i cantieri sulla SP 259 ad Atina; SP 76 dei Santi, in territorio di Cassino; SP 132 a Sant’Elia Fiumerapido; SP 154 a Vallerotonda; SP Ortella, nel comune di San Giovanni Incarico; SP 8 per Esperia, in località S. Oliva a Pontecorvo; SP 200 Sertico Castagneto, ad Alatri; SP via dei Valli a Paliano; SP Piglio-Arcinazzo; SP 199 Strangolagalli-Arce, in territorio di Arce; SP 100 Chiaiamari-Colli, nel comune di Monte San Giovanni Campano; SP 84 Ripi-Strangolagalli-Ceprano, nel comune di Ripi; SP “Cerceto-Vado Rosso” e SP 23 Ferentino Supino, a Ferentino

“La Provincia di Frosinone – ha spiegato il Presidente Antonio Pompeo – gestisce una rete stradale di 1.500 chilometri. Una competenza che necessita di interventi costanti, dunque di risorse da investire, perché riguarda un servizio fondamentale per i cittadini e per l’economia del territorio. Per questo motivo abbiamo indicato come prioritaria la volontà di utilizzare i fondi disponibili per la riqualificazione delle strade e per la messa in sicurezza delle scuole. Lo abbiamo fatto con uno sforzo importante, risparmiando, tagliando, accorpando, perché non riteniamo giusto che l’incertezza normativa e finanziaria che interessa le Province al momento debba ricadere sui cittadini”.

“Solo a titolo di esempio – ha aggiunto il Presidente Pompeo – cito lo studio del SOSE, la Società del Ministero dell’Economia che ha il compito di stabilire i fabbisogni standard degli Enti locali e che solo per la Provincia di Frosinone ha evidenziato uno squilibrio di  -11.873.630 di euro di risorse per la gestione delle funzioni fondamentali”.

“Gli interventi che abbiamo avviato e che stiamo avviando – ha concluso il Presidente della Provincia di Frosinone – vogliono essere una ulteriore dimostrazione di come i nostri Enti siano importanti e centrali rispetto alle dinamiche di crescita e di sviluppo di un territorio e che a noi i cittadini si rivolgono in caso di mancate risposte. Ecco perché bisogna metterci nelle condizioni di operare sulle strade, sulle scuole, sull’ambiente: ne va soprattutto dell’esigenza di ridare credibilità all’intero sistema, proprio ripartendo dai territori e dalle amministrazioni locali”.