Piedimonte – Home Care Premium: ok al Consorzio per i Servizi Sociali

Il Consorzio del Cassinate per i Servizi Sociali è stato riconosciuto dal 7 giugno 2017 Ambito Nazionale per la gestione del progetto di assistenza domiciliare Home Care Premium 2017 rivolta ai dipendenti pubblici e pensionati ex Inpdap.

Ciò significa che nei 26 comuni ricadenti nell’area del distretto sociosanitario “D”, sarà il Consorzio con sede a Piedimonte San Germano, a programmare e disporre l’erogazione delle prestazioni integrative (di cui dettaglieremo più avanti) in favore degli oltre cento beneficiari inseriti nella graduatoria Inps degli aventi diritto.

Massima soddisfazione del Presidente del Consorzio Edoardo Fabrizio: “Ci gratifica molto aver raggiunto questo traguardo, poiché abbiamo uno strumento in più per andare incontro alle esigenze di tante persone che presentano disabilità importanti, ed aiutarle insieme alle loro famiglie a superare le difficoltà quotidiane cui sono soggette. Ringrazio il personale degli uffici per il notevole lavoro portato avanti, il Cda e tutti coloro che si sono mossi per giungere al riconoscimento del Consorzio quale Ambito Nazionale convenzionato Inps per la gestione delle prestazioni integrative Home Care Premium. Un pensiero particolare va all’Assemblea Consortile che si è adoperata per risolvere alcune importanti problematiche di merito. E a conferma che si è ben lavorato al fine di migliorare la qualità della vita delle persone, aggiungo che il Consorzio con oltre cento beneficiari Hcp, risulta essere il 2° Ambito, nel contesto regionale, dietro solo a Roma capitale per il numero di domande raccolte in fase di pubblicazione del bando”.

Come dicevamo, il progetto Home Care Premium dell’Inps, contempla misure e benefici legati all’assistenza domiciliare nei confronti di persone che presentano disabilità importanti, ed è riservato ai dipendenti pubblici e pensionati ex Inpdap, o loro parenti di primo grado.

Sul territorio del distretto sociosanitario “D” servito dal Consorzio sono oltre cento i beneficiari rientrati nella graduatoria utile per fruire del progetto Hcp, ed il numero è destinato a salire se si considera che la stessa graduatoria nazionale viene aggiornata mensilmente dall’Inps, e che coloro che sono stati classificati come “idonei” potrebbero risalire, a scorrimento, nelle 30mila posizioni disponibili nel Bando Hcp 2017 su tutto il territorio italiano, e utili per fruire delle prestazioni Hcp.

I benefici concessi dal progetto Home Care Premium ai beneficiari sono di due tipi: uno è denominato “prestazione prevalente” e consiste in un contributo in denaro che l’Inps versa al beneficiario quale rimborso per la spesa relativa all’assunzione di un assistente domiciliare.

L’altro beneficio, affidato alla gestione del Consorzio dei Servizi Sociali proprio in qualità di Ambito Nazionale, è un pacchetto denominato “prestazioni integrative”, e consiste in un insieme di servizi (come ore mensili di fisioterapia, ore di sollievo, acquisto di ausili, per fare qualche esempio) previsti nel Pai, il piano di assistenza individuale che viene stilato dopo le valutazioni dell’assistente sociale inviata dal Consorzio. Nei prossimi giorni, gli utenti vincitori di Hcp saranno contattati per definire incontri e visite utili all’erogazione delle prestazioni integrative fino al 31 dicembre 2018, come previsto dal Bando Hcp 2017.