Cassino – Casse in rosso: 70 milioni di debito. D’Alessandro: “Ci proveremo a riemergere”

“Al 31 dicembre 2016 l’esposizione debitoria del Comune di Cassino sfiora i 70 milioni di euro, si tratta ovviamente di un calcolo preciso e dettagliato che abbiamo spiegato voce per voce e che deriva dalla presa di coscienza di tutto quello che è stato il progresso.Parliamo quindi  ovviamente non solo degli ultimi cinque anni ma anche degli  ultimi 20, 30 o 40 anni.”Lo ha dichiarato il Sindaco del comune di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro a margine della conferenza stampa “Operazione verità” che si è svolta questa mattina in Sala Restagno.

“Un altro dato fondamentale è che per quanto concerne  questa esposizione debitoria, che terminerà a scaglioni nel 2045, la maggior parte del debito verrà pagato nei primi 5 anni ovvero durante la mia amministrazione. Parliamo, quindi,  di quasi il  60% del passivo. Un ulteriore parte, fino quasi al 80% sarà poi saldata nei successivi cinque anni. E’ chiaro ovviamente che questa amministrazione si troverà a dover affrontare una situazione debitoria fortissima. I primi effetti positivi sul bilancio si avrannosolo dopo i pagamenti che verranno effettuati fino al 2024. Noi però non molliamo stiamo dobbiamo in qualche modo  salvare questo Comune.

In passato è stata fatta una discutibile, la dichiarazione dell pre – dissesto. Perché forse era più consono fare una scelta definitiva in un periodo in cui era possibile finanziare il dissesto finanziario. Questo, però,  non è stato fatto e adesso ci troviamo di fronte a un bilancio estremamente ingessato che, ovviamente, va in seria difficoltà nel momento in cui arrivano delle sentenze, come sta accadendo, che condannano il Comune di Cassino a pagare. Si tratta di processi iniziati 5-10 in alcuni casi anche 20 anni fa in altri addirittura fino a 30 anni fa.  Con queste arrivano anche gli interessi moratori. Tali circostanze sono delle vere e proprie “bordate”  lanciate su un bilancio che versa già in condizioni particolarmente difficilo e che quindi non riesce a sostenere queste ulteriori spese. Bisogna essere chiari nei confronti della cittadinanza, l’operazione verità, infatti, consiste in questo, nel far capire esattamente qual è la situazione attuale ed evidenziare che l’amministrazione D’ Alessandro ci sta mettendo la faccia, la competenza e la professionalità per cercare di salvare il Comune. Non sarà per niente facile, iniziamo dalla manovra che sarà presentata nel prossimo consiglio comunale dove sono previsti più di 600 mila euro di tagli. E’ dovere mio e della mia squadra di governo mettere in campo tutte le azioni necessarie per limitare i danni creati dalle precedenti gestioni e tornare, un passo alla volta, finalmente a crescere”. Ha concluso D’Alessandro.