Pontecorvo – Tari, il responsabile scrive al Mef: “Tutto in regola”

“L’ente ritiene di non aver commesso alcuna irregolarità, ne tecnica tantomeno giuridica nell’elaborazione del Piano Finanziario Tari, essendosi attenuto scrupolosamente ai dettami normativi  e giurisprudenziali in materia, alle stesse linee guida fornite da codesto Ministero. Senza entrare nel merito della normativa, risulta inequivocabile che il costo del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti deve trovare in bilancio l’integrale copertura finanziaria”.  Questa la sintesi della corposa lettera di risposta che la dottoressa Luciana Palombo ha inoltrato al Mef dopo l’esposto di Paolo Renzi e Annarita Sardelli.

“Ringrazio  – ha detto il sindaco  Anselmo Rotondo – la dottoressa Palombo per risposta, tutta tecnica, fornita al ministero. Come si evince dalla nota al Mef l’aumento è stato dovuto a un fatto assolutamente tecnico-contabile per far quadrare i conti sballati da debiti pregressi e nuove normative, per cui l’esposto al Ministero credo sia stato un atto di sfiducia nei confronti di un responsabile che ha sempre mostrato correttezza nei confronti di tutti i consiglieri comunali. Bastava chiedere lumi alla dottoressa Palombo e tutto si sarebbe risolto, ma solo per il clamore mediatico Renzi e sardelli hanno scomodato il Mef”.