Pontecorvo – “Tornerò”. Così Roscia dopo la decadenza da consigliere comunale

“Sono sereno, tranquillo e determinato ad andare avanti nel rispetto del ruolo che mi è stato affidato dai cittadini”. Così Riccardo Roscia dopo la decadenza da consigliere comunale.

“La mia decadenza da consigliere comunale è frutto di arroganza, paura senso di irresponsabilità da parte di questa amministrazione che ha dato ampiamente esempio di non poter amministrare il nostro paese. Avendo già impugnato tale atto scellerato e illegittimo davanti agli organi competenti, sono certo di poter dimostrare, presto, che il tutto sarà un boomerang, perché la città è stanca di soprusi, ricatti, abusi e di atti illegittimi. La moralità di un uomo politico dovrebbe consistere nell’esercitare il potere al fine del bene comune. Qui invece abbiamo a che fare con chi che mente sapendo di mentire”. (Comunicato Stampa)