Frosinone – Parte la rivoluzione per il personale dell’amministrazione provinciale

“Abbiamo voluto dare un segnale importante sul ruolo e le funzioni della Provincia di Frosinone, che oltre ai servizi che bisogna assicurare ai cittadini, ha necessità anche di personale, motivato e preparato, per garantirli. Una volta governato senza esuberi, tutelando le sedi decentrate di Cassino e Sora, il trasferimento di quei lavoratori, le cui funzioni non erano più di competenza della Provincia, siamo passati alla fase della riorganizzazione interna. Una riorganizzazione che vuole garantire efficienza, qualità nei servizi e dignità delle persone. Su questi punti, grazie al lavoro del Presidente Pompeo che ha raccolto e messo insieme le nostre istanze,  all’azione della struttura amministrativa e al dialogo con le sigle sindacali, siamo arrivati al decreto sul fabbisogno triennale”.

 E’ quanto affermano i consiglieri di maggioranza della Provincia di Frosinone.   “In questo decreto è presente la fotografia di cosa andremo a realizzare. Partiamo dall’efficienza e della funzionalità: potenzieremo le funzioni tecniche, amministrative e finanziarie. Questo servirà a dare maggiore efficacia ai servizi che chiamano direttamente in causa l’Ente Provincia: strade, scuole, bilancio, ambiente”.

“Ma un aspetto che ci teniamo ad evidenziare è quello della dignità dei lavoratori: sono previste due importantissime misure, quella dell’aumento delle ore, fino ad arrivare a 27 per il 2017, per il personale part – time. E, allo stesso tempo, la possibilità di avviare le procedure di stabilizzazione, così come previsto dal d.lgs. n. 75/2017 e dalla circolare Madia, per quei lavoratori che da anni vivono nella precarietà”.

 “Crediamo si tratti di un atto di enorme portata, di civiltà, mai realizzato nel passato, che affronta tutti i diversi aspetti legati al personale della Provincia. E’ il tagliando necessario per il motore di un Ente che deve tornare a svolgere il suo importante compito di presidio dei diritti dei cittadini sul territorio”.

 “Una decisione importante per la Provincia di Frosinone e per i suoi dipendenti – concludono i consiglieri –  Su certi temi come il lavoro, averli affrontati con serietà, impegno, spesso anche a fari spenti, premia molto di più di qualunque altro atteggiamento. Un ringraziamento, infine, anche alle sigle sindacali che hanno collaborato efficacemente al raggiungimento di tale obiettivo”.