Cassino – Disagi sulla tratta ferroviaria Cassino-Roma: interviene Dragonetti

“Quanto accaduto lungo la tratta ferroviaria Cassino-Roma nel corso della mattinata è un qualcosa di vergognoso. E’ impensabile che i pendolari vengono trattati come animali da scaricare a seconda delle esigenze. I viaggiatori del treno regionale partito dalla stazione di Cassino alle 5.00 hanno dovuto abbandonare il convoglio, per un guasto, alle porte di Roma e percorrendo a piedi i binari. Nella foto scattata da un cittadino si evince chiaramente la difficoltà di molti a camminare lungo la linea e l’immensa difficoltà di due anziani a salire sulla banchina. Mi domando dove siano finiti i treni inaugurati in pompa magna del presidente Zingaretti e dal consigliere regionale Marino Fardelli nei mesi scorsi. Invito il ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio a prendere in seria considerazioni i tanti appelli disperati che ogni giorno arrivanoda chi, suo malgrado, è costretto a prendere il treno per raggiungere il posto di lavoro. Se vogliamo far ripartire l’economia di una Regione ormai allo sbando dobbiamo anche garantire e lavoratori un adeguato servizio di collegamento. Non credo che sia giusto dover sopportare passivamente le carenze di Trenitalia che offre un servizio a pagamento e non gratuito. E’ bene ricordarlo sempre”. A dichiararlo è Niki Dragonetti, vice presidente nazionale Cicas – (Confederazione Imprenditori Artigiani Commercianti Turismo).