Frosinone – Senza stipendio da otto mesi per gli addetti alle pulizie: la solidarietà di Quadrini

Otto mesi senza stipendio per il lavoratori addetti alle pulizie nelle scuole della nostra provincia. Dal mese di giugno gli operatori non ricevono stipendi, anche se per senso di responsabilità hanno continuato a svolgere il loro lavoro pur di non creare disagio tra gli studenti e il personale scolastico.

Sul drammatico caso interviene il consigliere provinciale capogruppo di Noi con l’Italia Gianluca Quadrini che dichiara: ”Continuare a lavorare dopo otto mesi senza essere remunerati è una condizione paradossale che sta mettendo in seria difficoltà la vita quotidiana dei circa 1000 addetti  alle pulizie delle scuole della provincia di Frosinone e anche di Latina e le rispettive famiglie. Dopo tutto questo tempo è giunto il momento che queste persone vedano riconosciuta la loro dignità che va rispettata così come va stimato il loro lavoro”.

Nonostante dure contestazioni, appelli e sit in ad oggi ancora non è stato raggiunto un accordo tra le parti. “I lavoratori sono pronti a far sentire di nuovo la loro voce ed indire ulteriori iniziative, qualora la situazione non si sblocca. Non solo non è possibile ma è anche contro legge lavorare senza essere pagati”

“Se la situazione non cambia, infatti, i lavoratori non potranno più garantire il corretto svolgimento del servizio con ripercussioni pesanti sugli utenti e con il pericolo di non poter assicurare l’apertura delle stesse scuole e il proseguo dell’anno scolastico. I lavoratori non hanno bisogno di proclami ma di risposte immediate sul loro futuro, sul loro salario e sulla loro dignità che, nonostante sia stata calpestata più volte, continuano a difendere a testa alta”.