Calcio Giovanile – Intervista a Mario Del Signore: responsabile dell’Accademia Sporting Pontecorvo

L’arrivo del nuovo Responsabile del Settore Giovanile e Scuola Calcio, Mario Del Signore, ha portato aria di cambiamento e entusiasmo in casa dello Sporting Pontecorvo e il lavoro iniziato a Luglio inizia a dare i primi frutti pur sapendo che La strada è ancora lunga. Lo abbiamo intervistato.

Mister per lei un ritorno a casa….

Ringrazio la società per la fiducia , per me è come ritornare a casa visto la lunga militanza , oltre alle  soddisfazioni  e le emozioni che questi colori  mi hanno regalato negli anni. Nell’affrontare il nuovo percorso ho ritenuto necessario condividerne  la passione, i  valori e tutte le  conoscenze dello Sporting dal palmares sportivo , tra i più ricchi per valorizzazione e risultati raggiunti in un recente passato . 

Visto l’imminente inizio della prossima stagione sportiva a cosa si  guarda con il nuovo corso in casa Sporting?

Guardiamo al presente per costruire il futuro essendo questo solo l’inizio!

Del Signore inizia dalle priorità dei ragazzi che si approcciano al mondo del calcio e in particolare all’Accademia  Sporting.

Per i ragazzi  che parteciperanno ai nostri corsi di formazione calcistica, siamo pronti ad accoglierli con la consapevolezza di poter dire loro che la scala dei valori che dovranno avere sempre presente comprende ,la famiglia, la scuola e poi calcio. Tenendo presente che il calcio fatto seriamente come noi  vogliamo proporre può essere una  opportunità partendo dall’essere prima un gioco.

Cosa si aspetta da questa stagione?

Siamo in una fase di organizzazione il un   nuovo corso. Il lavoro spazia dall’organizzazione, alla segreteria generale, alla programmazione tecnica ed economica, allo scouting ,alla  gestione delle risorse umane con  delle aspettative che non possono che essere di crescita attraverso l’unità di intenti di tutti .

Visto che nel calcio ed in particolare nello Sporting Pontecorvo con la nascente Accademia Sporting,  si è ritenuto importante , avere dei chiari indirizzi di programma per costruire un Progetto  di sviluppo formativo. Quale gli intenti …

Ritengo che il primo mattone sul quale costruire la nostra casa futura, sia  la consapevolezza di quanto il Progetto, possa essere altrettanto avvincente, stimolante e ricco di opportunità.

Tra gli obiettivi importanti è la ricerca di possedere una matrice di pensiero, un ideale da sostenere, una precisa filosofia da seguire..

Una matrice di pensiero che parte con un concetto forte: CAMBIARE, perché dobbiamo avere una nuova organizzazione, un nuovo modello di pensiero, un nuovo modo di “fare calcio”. CAMBIARE è necessario in quanto, ritengo che la staticità di programmi e idee nel mondo del calcio soprattutto giovanile , di cui siamo abituati a vivere , assistere o  affrontare , sono destinati a modificarsi ed evolversi nel tempo e noi dobbiamo essere pronti  a capire le nuove esigenze  con l’idea di non renderla come spesso accade di tipo approssimativo , ma  una matrice di pensiero  dove al centro dell’attenzione ci dovrà essere prima di ogni cosa  il giovane.

Quanto e come i genitori influiscono sui figli e sul rapporto genitori addetti ai lavori nel progetto?

Forse andrò controcorrente ma i genitori ,sono e saranno sempre determinanti per i propri figli  ,noi non vogliamo sostituirci ad essere i secondi genitori ,ma  fortemente essere formatori   , perché l’intento è  arrivare ad avere un comune denominatore , non pensare  al calcio come obiettivo primario o inseguire vittorie a tutti costi o al  proprio IO» ma unire le forze per la crescita e la loro formazione , con noi a  mettercela tutta per trasmettere nella mente dei ragazzi ,L’Idea che all’interno di Accademia Sporting si intende rendere concreti valori quali l’unicità dell’esperienza calcistica , la tutela ed il divertimento dei ragazzi , la professionalità del team ma anche la loro crescita sportiva.

Quali i Programmi Sportivi …

Ogni progetto di Accademia Sporting segue uno specifico programma tecnico –sportivo definito curriculum sviluppato dal nostro  11_UNDICI Football Studi , il fiore all’occhiello di tutto il progetto , specifico nel campo tecnico,didattico, fisico motorio , medico, socio-psicologico e comunicazione,per un processo di crescita della persona nella sua globalità .

IL PROGETTO ACCADEMIA SPORTING è un progetto studiato per diffondere e rendere concreti – lo stile , il gioco e l’insegnamento del calcio attraverso metodologie di allenamento inerenti all’età e alla categoria , dove l’ offerta tecnica diventa  essere indispensabile   per la sua crescita calcistica … Come  credo …. sia importante  la qualità e la quantità del tempo che dedichiamo … alle proposte di addestramento e allenamento …

Ponendoci come obiettivo primario quello di formare un giocatore completo che sia in grado di esprimersi ognuno al proprio massimo livello.

programmazione , mirate all’apprendimento tecnico ,la voglia di divertirsi dei bambini ,ottenere la massima attenzione degli allievi e sviluppare anche intensità di gioco , intesa come effettuare i gesti alla massima velocità con grande precisione , sviluppiamo delle proposte operative di esercitazioni  integrate .

Queste esercitazioni nascono per poter permettere ai tecnici di favorire la socializzazione e il rispetto delle regole per poter sviluppare la tecnica individuale , al servizio dei principi tattici fondamentali attraverso le capacità coordinative .

Mister ,questo per quanto riguarda la metodologia di allenamento , per quanto riguarda la comunicazione a volte reo di incomprensioni?

La comunicazione è importante quanto il  lavoro, la passione  , l’insegnamento e tutto quanto può esprimere  il gioco del calcio,   guarderemo dentro il gioco del calcio, facendo  escursioni  , per far capire  il valore reale di questo  sport e di chi lo pratica , vogliamo che i giovani possano vivere un sogno ed evitare che accadano tutte quelle forme di  Gioie e Dolori, Soddisfazioni e Delusioni, Momenti Entusiasmanti e Declini , che si Alternano nel calcio come nella Vita e spesso ci mettono di fronte alla realtà delle cose … che non sono  come prospettate .                                  Allora ci vuole più equilibrio,capacità di essere ponderati, più tranquillità.

Per questo abbiamo creato per i genitori,   lo “sportello spogliatoio”, che consiste in incontri dedicati alle rispettive famiglie insieme ai giovani , attraverso un progetto che presto metteremo a conoscenza degli interessati   .

Quindi  una stagione all’Accademia Sporting con tante novità.

A livello strategico avremo squadre con i bambini che devono giocare tanto e divertirsi attraverso gli allenamenti e le partite ufficiali e non .      Per la prossima stagione abbiamo un’idea che stiamo sviluppando, ma ne riparleremo più avanti.

Quanto è importante La classifica ed il risultato?

Per quanto riguarda i più piccoli  della Scuola Calcio non è e non deve  essere assolutamente l’obiettivo primario ,ma  essere un mondo ludico, dove devono giocare, divertirsi senza nessuna pressione e  fare formazione calcistica .

Per le categoria agonistiche ,Il risultato sappiamo che è   importante così come la classifica, dove se ti alleni bene ,giochi bene  puoi  anche  fare risultato  ma nonostante l’importanza del risultato noi continueremo a porre attenzione si al risultato ma ciò che ci interessa è la loro formazione calcistica perché lo consideriamo l’unico viatico per poter arrivare a prospettive personali e  vittoria di squadra.  Stiamo   iniziando  a gettare le basi  per costruire una grande scuola calcio e  settore giovanile con la consapevolezza che bisogna stare con i piedi per terra e lavorare , nel calcio c’è sempre da imparare e migliorare. – Serve  tempo e il tempo è nostro alleato e  ci riusciremo.

Dove si vuole portare lo Sporting e i giovani?

Contiamo  di portare lo sporting ad essere una grande famiglia per riportare al suo interno armonia ,  valori ,  sacrificio , abnegazione, passione ,  voglia di raggiungere un sogno ,    come qualche anno fa   , quando lo Sporting a livello giovanile era inserito nel gold regionale e da dove   i vari Giuliano Giannichedda, Moris Ripa,Alessandro Mastronicola , Tommaso Ferdinandi,   hanno realizzato il loro sogno , approdando in società professionistiche di serie A-B-C .

A proposito di realtà professionistiche , quali i rapporti ?

Stiamo lavorando anche su questo tema per migliorare il nostro progetto giovani.  Stiamo creando  rapporti di collaborazione sul territorio nazionale, con società professionistica di alto profilo sia sportivo sia etico.