San Giovanni Incarico – Crolla un muro di 50 metri a causa del maltempo

La pioggia della notte scorsa ha creato diversi allagamenti sulle strade comunali senza però creare conseguenze.
La zona più colpita è stata la contrada Colle Tronco con un poderoso crollo di un grosso muro di contenimento, lungo 50 metri e alto due metri circa, posto ai margini della via che porta il nome della contrada.
Il crollo é avvenuto alle 2 circa della notte scorsa con un boato avvertito dai residenti della zona. Subito è scattato l’allarme con l’Intervento nelle prime ore del mattino del sindaco Fallone insieme al consigliere delegato alla manutenzione Antonio Farina, il consigliere Angelo Petrucci e gli operai comunali per la messa in sicurezza del tratto di strada. Anche la Protezione Civile, coordinata da Maurizio Zurlo, è intervenuta sul posto per il supporto alle operazioni di messa in sicurezza, con la presenza della Polizia locale.
Il crollo non ha compromesso le vicine abitazioni scongiurando il
peggio, considerando anche il limitato traffico di automobili al momento dell’accaduto.
Una situazione questa che evidenzia una riflessione sulla tutela del territorio tanto pubblicizzata dallo stato centrale ma senza un ritorno concreto ai comuni che devono far fronte a tali criticità con esigue risorse finanziarie.
Ora, come nei giorni scorsi, il territorio di San Giovanni Incarico rimane sotto costante monitoraggio da parte dei volontari della protezione Civile Comunale. Una macchina coordinata dal sindaco Paolo Fallone, sempre in prima linea con i volontari e i suoi collaboratori, al fine di garantire la sicurezza e l’incolumità dei cittadini.

“Faremo tutto il possibile – ha dichiarato il sindaco Fallone- per ripristinare, in tempi brevi, la criticità generata dal crollo del muro su via Colle Tronco e garantire la sicurezza e l’incolumità  dei residenti e di tutti i Sangiovannesi. Ringrazio tutti per la disponibilità e per il tempestivo intervento per ripristinare la viabilità. Ora non ci resta che rimboccarci le maniche e chiedere l’intervento della Regione Lazio per ripristinare i notevoli danni che stanno mettendo in ginocchio il nostro territorio. A tutti i cittadini chiedo- ha concluso Fallone – la collaborazione di monitorare il territorio segnalando con tempestività situazioni d’emergenza e criticità”.