Cassino – Venerdì la presentazione del libro “Caporetto Management”

Perché un manager dovrebbe studiare Armando Diaz?
Questo l’incipit del libro “Caporetto management” dalla disfatta alla vittoria: le lezioni di Armando Diaz per i manager moderni, che alla presenza del suo autore Antonio Iannamorelli, sarà presentato a Cassino, venerdì 1 febbraio ore 17,30 presso la sala conferenze della Banca Popolare del Cassinate.
L’evento letterario sarà introdotto dai saluti del Presidente della Banca Donato Formisano;
seguiranno gli interventi di due “arbiter elegantiae” e avvocati Sandro Salera e Giusy Migliorelli, buoni interpreti del ruolo comunicativo (anche non verbale);
interverranno a chiosare il libro, altresì, noti manager: Donatella Formisano (insegnante e Presidente della squadra Virtus Cassino) Pietro Zola (Amministratore delegato Margraf Spa) e Vittorio Celletti (Direttore Lear Corporation Itala).
Non si tratta di un libro storico ma di un testo dedicato a chi ha responsabilità nel tempo che viviamo all’interno di qualunque tipo di organizzazione in termini di scelte di management e di comunicazione.
È un’analisi in chiave manageriale ed attuale delle scelte operate da Armando Diaz e dal suo staff durante il periodo che segue la disfatta di Caporetto. Secondo l’autore, il complesso di quelle azioni, dedicate soprattutto al benessere dei soldati e al coinvolgimento delle loro famiglie, alla trasparenza dell’informazione e della comunicazione, al miglioramento dei rapporti con la stampa e con i decisori pubblici, rappresenta un “vademecum” utile per i manager moderni che dovessero trovarsi a gestire una crisi, un evento avverso o una condizione di rischio.
I temi, attraverso un linguaggio efficace, tracciano un parallelo fra i fatti della Grande Guerra (le comunicazioni dei giorni di Caporetto, fatti e scelte compiuti da Diaz) alle analisi attuali della comunicazione di impresa, comunicazione di crisi, sull’assetto della comunicazione tra imprese, sull’engagement e sull’event management. L’evento è organizzato dall’Associazione “Carabiniere Marino Fardelli”. Modera l’iniziativa la giornalista Maria Cristina Tubaro.