Provincia – Il Bilancio all’attenzione dei Sindaci. Pompeo: “Grande attenzione al Territorio”

Dopo l’approvazione del Bilancio di Previsione 2019 dell’Ente Provincia, votata nella seduta di Consiglio dello scorso 15 luglio 2019, il documento economico-finanziario sarà sottoposto all’attenzione dell’Assemblea dei Sindaci, convocata dal presidente della Provincia, Antonio Pompeo, per il giorno 22 luglio 2019 alle ore 15 nel Salone di Rappresentanza di Palazzo Jacobucci, prima di tornare in Consiglio provinciale per la ratifica finale.

Alla vigilia dell’incontro con gli amministratori comunali, il presidente Pompeo fa un rapido excursus sulle risorse ottenute dall’Ente per i due settori di competenza diretta dell’Ente di piazza Gramsci: viabilità ed edilizia scolastica.

Per quanto concerne il settore della viabilità – sottolinea Pompeo – ammontano a 3.500.000 i contributi erogati dal Ministero delle Infrastrutture e destinati a 44 interventi su diverse zone della provincia: dalla sistemazione del piano viabile alla bonifica di frane, dal contrasto al dissesto idrogeologico alla nuova segnaletica. Inoltre 1.600.000 euro è la somma destinata a lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria. Parliamo, dunque, di una cifra complessiva che supera i 5 milioni di euro. Nel settore dell’edilizia scolastica, invece, la Regione Lazio ha accolto la qualità dei progetti presentati dalla Provincia di Frosinone: quasi 4 milioni di euro per l’ITCG ‘Brunelleschi’ di Frosinone, l’IIS Nicolucci di Isola del Liri, l’IIS di Ceccano e l’ITIS ‘Don Morosini’ di Ferentino, per realizzare lavori di adeguamento strutturale, manutenzione straordinaria, efficientamento energetico, ampliamento e adeguamento alla normativa antincendio. Oltre a 1.800.000 euro circa per manutenzione ordinaria e straordinaria. Complessivamente un ammontare che sfiora i 6 milioni di euro. Grazie al lavoro fatto in questi anni, all’impegno di tanti amministratori e al supporto dell’Upi – continuato il presidente – le Province stanno tornando a consolidare il loro ruolo di istituzione degli investimenti a livello locale, fungendo da collante tra le realtà comunali e il governo centrale nell’ambito dell’ottenimento di fondi necessari alla crescita e allo sviluppo di tutte le realtà locali, dalle più grandi alle più piccole”.

Pompeo ricorda anche ai colleghi amministratori la grande attenzione che la Provincia ha dedicato al tema dell’ambiente: “In questi anni – evidenzia – abbiamo puntato su un obiettivo fondamentale quale il potenziamento della raccolta differenziata, mettendo a disposizione dei Comuni risorse fondamentali per l’acquisto delle attrezzature e dei servizi. Attraverso una campagna informativa specifica, inoltre, stiamo dando il nostro contributo per veicolare un nuovo modello di sviluppo che metta al centro l’economia circolare e il concetto di riutilizzo dei materiali. Senza dimenticare la qualità dell’aria, l’energia rinnovabile, il controllo del territorio: dobbiamo e vogliamo salvaguardare il nostro ambiente e il suo sviluppo sostenibile”.

Per realizzare questi obiettivi – chiosa Pompeo – c’è bisogno del lavoro di tutti, c’è bisogno di quel clima di collaborazione e condivisione che ha caratterizzato questi anni. Ma, affinché le Province possano svolgere con efficacia i loro compiti, è anche necessario un ripensamento dell’intera architettura dei governi del territorio. Una riforma complessiva però, che parta dal basso, semplifichi e renda efficiente, in particolare, gli enti locali, per garantire una migliore qualità della vita ai nostri cittadini”.