Frosinone – Quadrini: “Che fine hanno fatto i “totiani” della provincia di Frosinone?”

“Noi, restando coerentemente fermi nel partito, abbiamo fatto pulizia e aperto porte importanti”.

Forza Italia è tornata ad essere centrale nello scacchiere politico italiano, nazionale ma anche locale. E se questo risultato è stato raggiunto, lo si deve sì alle scelte di Silvio Berlusconi nella pazza crisi di Ferragosto, ma anche alle posizioni di chi ha dimostrato che i nervi saldi e la lucidità in politica viaggiano di pari passo con la coerenza. Posizioni portate avanti dal senatore e coordinatore regionale Claudio Fazzone e dal sottoscritto, in qualità di vice coordinatore regionale.
Ho sempre pensato che a restare fermi ci si guadagni, specialmente quando la situazione è complicata. In questi mesi noi abbiamo ripetuto che in Forza Italia servono sicuramente cambiamenti e trasformazioni, ma nell’alveo di quello che è stato e continua ad essere l’imprinting di Silvio Berlusconi. In provincia di Frosinone abbiamo aperto le porte, riaccogliendo molti che si erano allontanati ed accogliendo altri che mai si erano avvicinati al nostro partito. Il vento è cambiato e adesso si raccoglieranno i frutti. Penso ai tanti amministratori locali che costituiscono la spina dorsale della società politica. A quello noi continuiamo a guardare. Oltre che alla base. In questo modo, democratico e coerente, abbiamo fatto “pulizia”, stanando tutti quelli che continuano a ritenere che Forza Italia potesse essere finita. Non è così.
Mi chiedo che fine abbiano fatto i “totiani”. A quello che mi risulta soltanto l’ex vice responsabile nazionale degli enti locali ha ribadito che è sua intenzione seguire ugualmente Giovanni Toti. Ammesso che quest’ultimo vada avanti con Cambiamo e con i circoli. Mi chiedo che fine abbiano fatto e che scelte assumeranno alla fine il consigliere regionale di Forza Italia, il coordinatore provinciale, il capogruppo al Comune capoluogo. Andranno avanti, si fermeranno, cercheranno di tornare indietro. Noi siamo rimasti nel partito e questo non potrà non contare.

Gianluca Quadrini,
vicecoordinatore regionale
e consigliere provinciale
di Forza Italia