Calcio/Pontecorvo – La Longobarda disputerà il campionato di Terza Categoria

“Potreste dire che siamo dei sognatori, ma non siamo gli unici”. Parafrasando le parole di “Imagine” di John Lennon, la Longobarda si appresta ad iniziare la prossima stagione alle porte, con ottimismo ed entusiasmo.

Il progetto è ambizioso, in panchina torna Stefano Favoccia, colui che nel 2017 aveva portato la Longobarda sulla vetta del Campionato Amatoriale CSI.

“Da allora, abbiamo sempre pensato di volerci cimentare in una nuova sfida, ma per diversi fattori abbiamo procastinato il battesimo della Longobarda nei Campionati Federali”. Il team fondato dal Presidente Giancarlo Grossi, infatti, era ormai un habitué del Campionato amatoriale, navigando in quelle acque fin dal lontano 2005, vantando nel proprioe palmares una Coppa provinciale ed un Campionato provinciale. I rossoblu, infatti, nell’ultimo quinquennio non sono mai scesi al di sotto del terzo posto, diventando una delle squadre più temute del Campionato, per la gara e l’intensità che riversano in campi per 90 minuti consecutivi.

“Quest’anno, vi è stata una comunanza di intenti dei membri della Società, tale da determinare la nostra iscrizione in Terza Categoria. Dopo un lungo corteggiamento, il nostro allenatore Stefano Favoccia – tra gli ultimi allenatori, in ordine di tempo, a fregiarsi di un titolo federale – ha accettato l’incarico, spinto dalla serietà e dalla valenza del nostro progetto. Purtroppo, la stagione calcistica appena passata ha rappresentato, per la nostra cittadina, l’annus horribilis sportivo, passata ad assaporare il Campionato di Promozione, a ritrovarsi con un pugno di mosche in mano. Siamo stati spinti anche da questi avvenimenti, da questa rivalsa, affinché Pontecorvo possa tornare nei posti che le competono nell’hinterland calcistico del Cassinate. Pertanto, abbiamo deciso di rimboccarci le maniche e ripartire da una compagine che sia quasi interamente pontecorvese, per dimostrare i talenti di cui dispone la nostra città”.

In chiusura, il Presidente lancia un appello: “Innanzitutto, ringrazio l’Amministrazione Comunale, la quale si sta adoperando affinché noi possiamo avere un terreno fertile per dare vita al nostro progetto. In secondo luogo, lancio un appello ai – numerosi – cittadini che sono rimasti delusi dalla debacle dello Sporting Pontecorvo: solo insieme a voi possiamo riportare Pontecorvo ai vertici della Provincia, pertanto, auspichiamo che ci siano persone desiderose di voler contribuire alla buona riuscita del nostro progetto!”.