Aquino – Al debutto il mercato di Campagna Amica Coldiretti: appuntamento 20 ottobre

Debutta anche ad Aquino il mercato contadino di Campagna Amica. Domenica 20 ottobre i banchi dei produttori della Coldiretti saranno in piazza Municipio per un appuntamento che si ripeterà ad ogni mercato – quello di Aquino, per numero di espositori e afflusso di compratori, è il più affollato della Ciociaria. L’iniziativa è stata presentata dal sindaco Libero Mazzaroppi e dal direttore provinciale della Coldiretti di Frosinone, Carlo Picchi. Insieme a loro anche l’assessore Maurizio Gabriele, il consigliere comunale Maria Rita Scappaticci, il responsabile di Campagna Amica di Frosinone, Enzo Sperduti e il segretario della Coldiretti di Pontecorvo, Tommaso Di Brango. “Oggi l’amministrazione comunale e la Coldiretti iniziano un cammino che nel tempo porterà ulteriori risultati. Abbiamo voluto fortemente questa iniziativa – ha detto Mazzaroppi – spinti dal comune interesse a favorire l’incontro tra domanda e offerta di prodotti agroalimentari locali. In piazza si incontreranno direttamente produttori e consumatori per dare vita alla filiera corta che azzera le speculazioni e incentiva la conoscenza e il consumo delle produzioni del territorio, sicure e garantite”. “È il quarto mercato di Campagna Amica che inauguriamo in Ciociaria. In Italia contiamo già diecimila punti vendita e siamo il più grande mercato contadino d’Europa. Una formula di successo che non ha segreti. È tutto alla luce del sole. I nostri produttori – ha aggiunto Picchi – portano sui banchi i frutti del loro lavoro quotidiano, che siano olio, ortaggi, verdure, formaggi, salumi, carni. Per ulteriori garanzie sulla provenienza dei prodotti, i nostri associati sono sottoposti ai controlli delegati a un ente certificatore terzo che invia ispettori nelle aziende per verificare la corrispondenza tra le coltivazioni e le derrate portate nei mercati. Oggi ad Aquino – ha concluso il direttore – iniziamo un percorso che immagino sarà lungo”. Si parte il 20 ottobre. “Domenica ad accogliere i cittadini saranno gli stessi che raccolgono e lavorano i prodotti della terra o degli allevamenti. Saremo in piazza per promuovere le nostre eccellenze – ha detto Tommaso Di Brango in conferenza – ma per spiegare ai compratori il lavoro, la costanza, la passione che fanno del nostro agroalimentare a chilometro zero, stagionale e di qualità, il punto di forza della distintività italiana apprezzata qui e all’estero”.