San Giovanni Incarico – La signora Francesca Tasciotti compie 100 anni: sindaco per un giorno

Ieri pomeriggio, il sindaco Paolo Fallone insieme, al parroco don Jorge Vargas,  al vice sindaco Massimo Piccirilli, agli assessori Caterina Piccione, Isabella Corsetti,  Gaetano Battaglini, Pietro Tasciotti, Antonio Petrucci e Angelo Petrucci sono andati a fare visita, presso la casa di riposo “Madre Agnese”, alla cara centenaria Francesca Tasciotti, classe 1919, conosciuta da tutti come zia Franceschina. Insieme ai suoi figli Anna Maria e Renato, i nipoti, i pronipoti e tanti amici e cittadini, è stato festeggiato questo grande traguardo.

La famiglia della signora  Francesca era composta di altre due sorelle e due fratelli tra cui Dante, ultra novantenne.

Nata dopo il primo conflitto mondiale, è sopravvissuta al secondo ed ai tanti disagi post bellici spendendo la sua lunga esistenza a servizio della sua famiglia e della comunità. Ha trascorso infatti la sua vita lavorativa come collaboratrice scolastica a contatto con tanti bambini che la ricordano ancora oggi per la sua disponibilità. Sempre sorridente ha visto passare diverse generazioni, oggi felici ed entusiaste di festeggiarla. Questo  traguardo la inscrive nell’Albo dei centenari Sangiovannesi.

Per la speciale occasione, la Giunta comunale con delibera n. 104 del 18 ottobre 2019, su proposta del sindaco Paolo Fallone, ha voluto conferire la nomina alla centenaria Francesca Tasciotti, di Sindaco per un giorno.

Il momento più emozionate dei festeggiamenti è stato infatti la cerimonia di consegna della fascia tricolore che il sindaco Paolo Fallone ha ceduto alla centenaria, che è diventata Sindaco di San Giovanni Incarico per un giorno.

“Questo traguardo è per tutti noi motivo di grande orgoglio   – ha detto il sindaco Paolo Fallone – soprattutto per una esistenza spesa a servizio della famiglia e della comunità. La cara signora Francesca Tasciotti è oggi l’emblema della longevità, il simbolo di una esistenza che lascia un segno indelebile nella comunità e nei nostri cuori. Zia Franceschina, come noi tutti l’abbiamo sempre chiamata, – ha proseguito il sindaco Fallone – ci da l’opportunità di ripercorrere un passato che ha segnato la storia del nostro paese a motivo dei due conflitti mondiali, il primo vissuto nella sua infanzia e il secondo invece in età adulta. Lei è per tutti noi un libro di storia vivente, ci ha trasmesso le vicende di un secolo nel quale successi e insuccessi hanno contribuito alla costruzione della società contemporanea e della nostra comunità. I suoi sorrisi, la sua disponibilità ci spronano a costruire una società migliore,  fondata sui valori e sulla disponibilità, per fare sempre meglio.

Il mio augurio e quello dell’intera amministrazione comunale -conclude il sindaco Fallone- va alla cara zia Franceschina, ai suoi figli Anna Maria e Renato, ai nipoti, pronipoti e a tutti i suoi familiari per il suo centesimo compleanno, certo di rappresentare il sentimento dell’intera comunità che oggi si stringe accanto a lei”. Per l’occasione la maestra Tina Di Pala ha letto una toccante poesia a Zia Franceschina per il servizio svolto quale collaboratrice scolastica.

Il tutto si è concluso con una grande festa  di tutti i presenti che hanno fatto sentire il loro calore a nonna Francesca nominata Sindaco per un giorno. Una grande emozione per lei  e  per i suoi familiari orgogliosi di questo traguardo e della prestigiosa nomina concessa dal Sindaco Fallone unitamente all’intera amministrazione comunale.