Comunali 2020/Pontecorvo – “L’anti Rotondo? Scegliamolo con le Primarie Civiche”. La proposta del Pd

“A tutti coloro che chiedono come intende muoversi il P.D. di Pontecorvo in vista delle prossime amministrative di maggio 2020 la risposta è una, ed una sola: primarie”. Così il Pd di Pontecorvo con una nota a firma di Giuliana Sardelli. 

“C’è già chi – aggiunge  Sardelli – ha manifestato la ferma volontà di ricandidarsi, chi ha dichiarato di aver già un proprio “capitano”, chi rimane ancora in silenzio, ma c’è anche il Circolo PD di Pontecorvo che con la forza e la convinzione dei valori in cui crede, non intende affatto allontanarsi dal passaggio democratico delle primarie, unico strumento di un partito che sceglie il proprio candidato a Sindaco puntando sulla partecipazione dei cittadini, senza decisioni prese da un gruppo ristretto di persone, senza discorsi autoreferenziali, ma che si rivolge all’intero elettorato cittadino coinvolgendolo in una scelta così importante. Per il momento, dunque, nessun nome.

Il nostro compito – ha proseguito – sarà quello di coinvolgere tanti pontecorvesi in un percorso democratico di confronto, fornendo ai cittadini stessi la possibilità di esprimersi liberamente, contribuendo così al dibattito politico ed all’iter decisionale per la scelta del candidato Sindaco.

Ed allora lanciamo, direttamente da qui ovvero dalla stampa, l’avvio al percorso delle primarie, non limitate al Partito democratico, ma a tutti coloro – singoli, movimenti, associazioni, partiti politici- che credono, come noi, nella partecipazione attiva dei cittadini, nel confronto, nel bene comune, nella possibilità concreta di costruire insieme una Pontecorvo che possa riconquistare nel territorio un ruolo preminente in ogni ambito.

Partecipare alle Primarie significa riconoscere il grande ruolo assegnato ai cittadini, significa dichiarare prima ancora delle amministrative i propri punti di forza, significa uscire allo scoperto e condividere iniziative e progetti con gli altri candidati, significa creare un gruppo cha anche all’esito delle primarie dovrà rimanere compatto per la competizione elettorale che porterà alla nuova amministrazione comunale di Pontecorvo.

Chiaramente siamo pronti anche a dover considerare l’ipotesi che alcuni non vogliano partecipare alle primarie, ogni decisione merita rispetto, ma siamo certi che solo chi si confronta liberamente e si rimette alla volontà dei cittadini sarà in grado di ricoprire con autorevolezza e maggior forza il ruolo così raggiunto”.