Pontecorvo – Si accende il motore del Carnevale, 68esima edizione

“Doppio Carnevale. Doppia sfilata. Doppia festa, per due domeniche consecutive. Il Carnevale è il brand più popolare di Pontecorvo e vogliamo metterne a regime tutte le potenzialità soprattutto per arrecare vantaggi agli operatori commerciali, baristi, ai ristoratori. Ridurre tutto a una sola domenica sarebbe come gettare al vento le opportunità economiche e di divertimento che invece possiamo assicurare alla città in 15 giorni di attività e iniziative”. Katiuscia Mulattieri è l’assessore che, insieme al sindaco e ai dirigenti della municipalizzata Asm, ha deciso di ripristinare la formula già sperimentata nel 2016/2017 su impulso dell’allora assessore Moira Rotondo. Protagonisti delle sfilate delle domeniche 16 e 23 febbraio saranno come sempre i carri allegorici, capolavori di creatività che sono i principali artefici del successo e della popolarità del Carnevale ciociaro pontecorvese. “Siamo consapevoli di quanto l’opera dei carristi sia funzionale alla riuscita della nostra kermesse. Non è un caso – dice il sindaco Anselmo Rotondo – se già in estate li abbiamo incontrati, in più di una riunione, per concordare con loro la formula, il percorso, le modalità. Al tavolo, gran bella novità che deve avere un seguito, c’era anche il rappresentante del gruppo di giovani di Esperia che parteciperà alle sfilate con un proprio carro. Abbiamo giocato d’anticipo per permettere ai nostri artisti di essere da subito operativi, pianificando ogni dettaglio in un confronto improntato alla condivisione e alla trasparenza, anche finanziaria. Anzi, quest’anno più che nei precedenti, abbiamo chiarito subito quale fosse la disponibilità economica che il Comune poteva mettere in campo. Abbiamo impegnato una somma importante, con la certezza di poter disporre realmente di quelle risorse già impegnate e contabilizzate in bilancio. Anche questa edizione del Carnevale sarà archiviata con i conti in ordine, senza sorprese e senza extra spese. Abbiamo già versato ai carristi – aggiunge con un pizzico di orgoglio il sindaco – il primo acconto. Il secondo sarà liquidato prima delle sfilate. Il saldo arriverà a bilancio approvato. Conti in ordine, trasparenza gestionale e la convinzione per cui la doppia sfilata vada istituzionalizzata per onorare la nostra festa più popolare, ma soprattutto per garantire ai nostri commercianti occasioni ulteriori e più strutturali di reddito”. L’organizzazione degli eventi è affidata all’associazione San Grimoaldo Sacerdote, che ha già dato prova di capacità e competenza. Fondamentale sarà il ruolo della Asm nella gestione degli eventi. “Presto pubblicheremo il programma completo dei festeggiamenti. Agli appuntamenti classici, come la gara delle mascherine, affiancheremo novità per offrire altre occasioni di divertimento ai tanti giovani che arriveranno a Pontecorvo nei giorni del Carnevale” dice il vicepresidente della Asm Gaetano Spiridigliozzi che, su delega del presidente Gino Trotto, siede col sindaco e l’assessore Mulattieri nella cabina di regia del Canevale.