Pontecorvo – Mercato, le proposte di 5 consiglieri di opposizione

Il settore del commercio ambulante e dei mercati settimanali, come del resto tutto il commercio in generale, stanno vivendo una forte crisi sia dal punto di vista economico, ma soprattutto dal punto di vista logistico e gestionale.

In merito a ciò, oltre a rinnovare l’invito all’amministrazione comunale di ridurre al minimo la tariffa della TOSAP e di tutte le altre tasse a carico dei contribuenti del commercio in maniera strutturale e non solo a titolo di sospensione temporanea.
Chiediamo che venga rimodulata la disposizione del mercato settimanale soprattutto nella zone del Pastine, viste le difficoltà logistiche inerenti al distanziamento sociale e alle misure di sicurezza da adottare in merito alla collocazione dei banchi, e in maniera utile a non intralciare il traffico.
Una soluzione potrebbe essere quella di allocarlo all’interno dì Piazza Giovanni Paolo 2, dove gli ampi spazi e gli accessi contingentati potrebbero permettere di svolgere il mercato senza assembramenti e di dare la possibilità a tante attività del commercio ambulante, soprattutto del nostro territorio di poter tornare a svolgere la loro attività nel totale rispetto delle normative vigenti in merito all’emergenza COVID e soprattutto di sperimentare una nuova formula di commercio con l’ utilizzo di spazi più ampi e logisticamente più adatti, che potrebbe essere un modello da applicare nel periodo post-emergenziale. Dare impulso alla ripresa dell’economia del nostro territorio in particolar modo alle attività del Rione Pastine, da sempre penalizzate rispetto al resto del paese, è un dovere di tutti noi amministratori nel rispetto di tutti quelli imprenditori dei vari settori che hanno sempre pagato le tasse e che oggi viste le innumerevoli difficoltà vanno sostenuti con forza e determinazione.
TANZI GABRIELE
ON. FRANCESCA GERARDI
PAOLO RENZI
ANNARITA SARDELLI
NATASCIA DI SCHIAVI IORIO