Emergenza Covid, sostegno alle piccole e medie imprese e alle famiglie. L’idea del movimento “Cambiamo Pontecorvo”

Tutela e sostegno verso le piccole e medie imprese e le famiglie del territorio, una maggiore attenzione alle esigenze dell’infanzia e al mondo della scuola. Da ora e per i prossimi mesi. Sono questi gli aspetti principali di una proposta di specifiche azioni di governo che il consigliere di opposizione del comune di Pontecorvo e candidata a sindaco del Movimento “Cambiamo Pontecorvo”, Annalisa Paliotta, ha inviato nei giorni scorsi all’Ufficio Protocollo del Comune fluviale.

“L’esigenza – spiega Paliotta – nasce da una valutazione oggettiva di quelli che sono o potranno essere i risvolti più complessi della crisi conseguente all’emergenza Covid 19. Al di là  del rischio sanitario, che non possiamo ritenere ancora scongiurato e verso il quale si rende necessario un costante stimolo verso il rispetto delle norme igieniche e di convivenza sociale, è fondamentale far convergere l’attenzione sulle conseguenze che l’emergenza comporta a livello economico e sociale”.

Da qui il richiamo di Annalisa Paliotta a un’accorta programmazione nella destinazione delle risorse economiche, anche in vista dell’approvazione del bilancio di previsione dell’Ente Comunale. “Un documento – puntualizza il consigliere – da valutare con attenzione e lucidità, nel rispetto del particolare momento di fragilità emotiva generale. Eventuali atti di strabismo politico e amministrativo rischierebbero di rappresentare un sicuro danno per il futuro della nostra città”.

Le proposte avanzate da Paliotta per mitigare gli effetti della crisi economica e sociale sul territorio pontecorvese, riguardano, nello specifico, la revisione della  spesa preventivata per eventi e spettacoli, con la destinazione della stessa a progetti di sostegno economico per attività commerciali, piccole e medie imprese del territorio, famiglie, programmi per l’infanzia e per la risoluzione di problematiche relative alla didattica a distanza attualmente adottata per garantire la prosecuzione dell’anno scolastico in regime di sicurezza.

“Dal momento che mancheranno introiti fondamentali alle casse comunali – chiarisce Paliotta – costituiti, per esempio, dalla tassa sull’occupazione del suolo pubblico o dall’imposta sui rifiuti, mi sembra opportuno considerare la proposta del Presidente Nazionale dell’Anci, Antonio De Caro, che nei giorni scorsi ha chiesto al Governo l’istituzione di un apposito fondo al quale i Comuni possano accedere per ottenere comunque le risorse necessarie a rimpiazzare tali importi, risorse che finora costituivano una garanzia nel proseguimento e nella pianificazione di attività e progetti per la città”.

A tal proposito, secondo il consigliere di “Cambiamo Pontecorvo”, l’amministrazione comunale potrebbe attivare un apposito sportello di orientamento per le imprese e i negozi, che agevoli nella ricerca degli incentivi e dei finanziamenti nazionali ed europei più opportuni a fronteggiare le difficoltà derivate dall’emergenza Covid 19.

“Nella mia proposta ho infine richiamato l’attenzione sui bisogni dell’infanzia e delle istituzioni scolastiche, non solo chiedendo interventi mirati ad ottimizzare le attività di didattica a distanza, ma soffermandomi in particolare sull’esigenza primaria di ogni bambino: quella di poter giocare in spazi verdi, aree attrezzate, parchi comunali nella più totale sicurezza per la salute. Bisogna mettere a disposizione delle famiglie questi spazi di condivisione, adeguando gli stessi alle misure in vigore per la gestione di questa fase di ripartenza. Una società sana, – conclude Paliotta – che non sia costretta alla rinuncia delle proprie abitudini ma riesca a viverle in modo nuovo senza sentirsi costretta alla reclusione, deve essere un obiettivo comune, tanto e quanto la piena ripartenza del nostro sistema economico”.