L’INTERVISTA – Pontecorvo – Katiuscia Mulattieri, l’orgoglio rosa alla guida del consiglio comunale

E’ la prima donna a guidare il Consiglio comunale di Pontecorvo. L’avvocato Katiuscia Mulattieri (nella foto), eletta, dopo aver ricoperto il ruolo di assessore esterno, nell’amministrazione bis del sindaco Anselmo Rotondo.

L’abbiamo intervistata.

Katiuscia Mulattieri, avvocato, madre e moglie. Dopo l’assessorato agli Eventi ora prima donna a ricoprire il ruolo di presidente del consiglio comunale di Pontecorvo. Che effetto le fa?

Sicuramente un bell’effetto considerando che il nostro paese non ha mai avuto una donna alla guida  del Consiglio, motivo per cui questo incarico di responsabilità mi onora e mi gratifica in egual misura. È certamente un ruolo diverso da quello che per un anno e mezzo mi ha vista sulle scene della politica locale, un ruolo che svolgerò con impegno, con spirito di servizio e onestà intellettuale. Garantirò una democratica dialettica tra maggioranza e minoranza in Consiglio e sarò alla ricerca di quell’equilibrio che il Presidente del Consiglio deve sempre assicurare”.

Presidente del consiglio comunale, ma non solo. Il sindaco Anselmo Rotondo le ha conferito anche importanti deleghe istituzionali.  Quale sarà l’azione amministrativa?

Sì, oltre alla Presidenza ho la delega al rapporto con gli Enti e con le Università, la cultura e la ricerca dei finanziamenti europei. Sono deleghe che svilupperò nel tempo, tessendo rapporti che mi auguro faranno crescere il paese in sinergia con tutta l’attività amministrativa che verrà messa in campo dai colleghi”.

Dopo due anni circa di assessore agli eventi è stata eletta in consiglio comunale con una importante affermazione. Qual è stato il punto di forza in campagna elettorale?

Il punto di forza della mia campagna elettorale è stato credere fortemente di aver operato bene nel poco tempo avuto a disposizione. L’aver organizzato eventi di vario genere per adulti e bambini mi ha dato la possibilità di essere a contatto con tante famiglie che hanno apprezzato la mia attività concreta e veloce. Questo apprezzamento è stato poi confermato alle elezioni e per tale motivo il mio più grande ringraziamento va a tutti coloro che mi hanno sostenuto con il voto”.

È stata eletta in una lista civica, ma a quale partito guarda con più sintonia?

“Partiti di centro destra. Non sono ancora schierata apertamente ma prossimamente farò scelte importanti per il futuro”.

È figlia d’arte. Papà Gianni è stato per anni attivamente impegnato nell’agone politico Pontecorvese. Quel è stato il più importante insegnamento che le ha dato in politica?

“Mio padre è il punto di forza. Il punto di riferimento non solo di vita, ma anche di quella più strettamente politica. Mi ha insegnato l’umiltà ed il lavorare a testa bassa per il raggiungimento degli obiettivi. Mi ha insegnato ad aspettare, i risultati si ottengono con la pazienza, con le capacità e con la voglia di mettersi in gioco con lealtà, onestà e lungimiranza”.