XVIª Comunità Montana Monti Ausoni/Pico – Augusto Carè si dimette Commissario straordinario. E si toglie qualche sassolino …

“Con la presente comunico di dimettermi da Commissario straordinario della XVIª Comunità
Montana Monti Ausoni, per impegni lavorativi e familiari, dopo aver seguito un importante iter di chiusura dell’ente, con approvazione del bilancio iniziale di liquidazione 2020 ed aver consegnato una relazione di attività, con i relativi crediti e i debiti dell’ente montano, ricognizione dei beni”, si apre così la lettera di dimissioni di Augusto Carè.
“Siamo stati tra i primi enti montani – ha aggiunto – ad inviarla alla Regione Lazio ed all’UNCEM Lazio. Come ribadito in più occasioni, non ultima la riunione via web del 19 febbraio scorso, con UNCEM Lazio, Sindaci del territorio e Regione Lazio, l’ente XVIª Comunità montana si avvia alla definitiva chiusura e potenziale passaggio all’Unione dei Comuni montani, con un solido bilancio in attivo, senza alcuna assunzione di comodo; semplice sarà la gestione dei pochissimi dipendenti effettivi, aggiungo, senza che il sottoscritto abbia mai preso un solo euro di indennità o compenso spettante da Commissario straordinario,
come ho sempre fatto, e continuo a fare, in qualità di vice Sindaco del Comune Falvaterra, con impegno politico più che ventennale.
Ringrazio e saluto i Dipendenti, i Collaboratori politici, Segretari, Revisori e Tecnici, presenti e
passati, dell’ente montano che mi hanno accompagnato in un lungo percorso di gestione e tutti gli Amministratori e Sindaci, attuali e passati, dei Comuni del nostro straordinario territorio dei Monti Ausoni”.