Sport/Motociclismo – Armando Pontone, domenica 29 Agosto: al Mugello per proseguire il cammino

È tutto pronto all’Autodromo Internazionale del Mugello per il quinto round del National Trophy SS600. Armando Pontone, attuale leader della classifica generale, andrà a caccia di un successo per rafforzare il suo primato e respingere gli assalti del rivale, Simone Saltarelli. Il pilota di Villa Santa Lucia, in forza al Team Bike&Motor, è partito già martedì alla volta della Toscana per iniziare a testare il circuito. A poche ore dallo start ufficiale con lo svolgimento delle prove libere, il classe ‘92 ha esternato grande fiducia in vista di un appuntamento cruciale.

Armando, con quali sensazioni arrivi a questo quinto round del National Trophy e che weekend ti attendi?

«Sicuramente mi proietto a questo fine settimana di gare con le idee abbastanza chiare. Sono consapevole che il lungo rettilineo del Mugello per noi Yamaha non sarà di certo vantaggioso, a differenza invece delle Kawasaki che hanno qualche cavallo in più. Però dentro di me sento che faremo bene, abbiamo le qualità e le potenzialità per renderci protagonisti di un weekend ricco di soddisfazioni».  
In classifica rivesti stabilmente il primo posto, Saltarelli però spinge alle tue spalle. Avere un avversario così agguerrito ti mette pressione?

«No, nella maniera più assoluta. E lo dico con sincerità, senza lasciarmi andare a frasi già fatte. Non intendo pensare al campionato perché il mio motto, come spesso ripeto, è chiaro: step by step. Le cose più belle arrivano soltanto pensando al presente e mantenendo i piedi ancorati a terra. Voglio godermi ogni singola gara come se fosse l’ultima della mia carriera. Però, al tempo stesso, non nascondo il fatto che sia soddisfatto di quello che sto facendo perché sto dando davvero il massimo sia in pista che fuori». 

C’è un aspetto in particolare in cui ritieni, insieme al tuo team, sarà vietato sbagliare?

«Insieme al mio team metteremo in pista tutto e tecnicamente, come detto in precedenza, il rettilineo rappresenterà forse un punto sfavorevole rispetto ai miei rivali. In linea generale, siamo tutti coscienti che sia un campionato difficile e la testimonianza diretta arriva dai tempi sul giro. Non stiamo lasciando nulla al caso e sono convinto che questo sul circuito lo si vedrà in maniera evidente».  

Senti di lanciare un messaggio ai tuoi tanti sostenitori che ogni giorno ti riempiono di messaggi ed interazioni sui social?

«Prometto sicuramente di farli divertire. Mi sono giunte tante richieste di persone ed amici che vorrebbero venire ad assistere all’evento. Purtroppo sarà ancora a porte chiuse, per cui invito tutti a portare ancora un po’ di pazienza. In tv potranno vedermi ugualmente e sono certo che il loro tifo, anche se a distanza, mi darà grande forza. Ringrazio, cogliendo l’occasione, tutte le aziende che mi stanno supportando. In particolare, grazie alla Motorsport Italia, alla Physiomed, al mio preparatore atletico ed a tutti coloro che mi stanno mostrando vicinanza».