Il valore della memoria nel nome di “Bibbino”

Di Luigi Sparagna

L’intitolazione a Bernardino Pulcini della scuola “Fornelle” (07/5/2022) ha celebrato la memoria di un Pontecorvese che ha dato alla sua città una vita da insegnante, con didattica innovativa e coinvolgente, un foglio giornale, “La Lucerna”, da lui fondata, einizialmente stampata in proprio con un ciclostile nei locali della ex sala di lettura di Pontecorvo, vicina alla vecchia sede dei Carabinieri. Ed ancora per Pontecorvo ha speso alcuni anni di esperienza politica nell’amministrazione comunale quale vicesindaco, ma non ultimo come autorevole firma giornalistica del “Messaggero”. Il valore della memoria è affidato oggi alle due edizioni (1999-2022) del suo volume “PONTECORVESITA’ ” nei quali, il maestro Bibbino, così noto, ha sintetizzato i tratti salienti della cultura e degli usi pontecorvesi, a perenne testimonianza.

Memoria che inevitabilmente ha fatto andare il pensiero alla pubblicamente silenziosa, ma incisiva e determinante nelle mura domestiche, moglie Marcella.

Toni commossi il giorno della intitolazione della scuola, fortemente voluta da alcuni insegnanti entusiasticamente sostenuti dalla maestra Elisa Bevilacqua. Toni particolarmente commossi quelli di Egle e delle sue figlie Enrica e Gaia, consolate dalla certezza che la memoria del loro caro, è viva e continua ad esserlo. E’ questo, nella sua semplicità, il valore della memoria.