Frosinone, toga d’oro e toga d’onore: riconoscimento agli avvocati

 Una cerimonia carica di emozione, in cui quindici ‘senatori’ del foro di Frosinone hanno ricevuto un ‘premio alla carriera’ – una pregiata scultura del maestro Orgiti – mentre due giovanissimi Gianluca Pizzutelli e Marco Raponi hanno indossato per la prima volta la toga, quel ‘cencio nero’ a cui fa riferimento Calamandrei.

 Si è svolto questa mattina, al tribunale di Frosinone, l’evento organizzato dall’Ordine degli Avvocati di Frosinone, presieduto dall’avvocato Vincenzo Galassi, nel corso del quale sono state consegnate le toghe d’orouna medaglia in bronzo realizzata dallo scultore Romano Orgitiagli avvocati che hanno raggiunto i 40 anni di professione forense.

Francesco Canale, Massimo Cocco, Giuseppe Coletta, Italico De Santis, Roberto Donfrancesco, Lucia Ferri, Natalino Guerrieri, Alberto Iadanza, Maria Letizia Lattanzi, Domenico Marzi, Angelo Palazzo, Fernando Picchi, Mauro Sabetta, Alessandra Vari e Mario Vinciguerra hanno iniziato il loro percorso professionale almeno dal 1982.

 A portare i saluti, sottolineando il grande valore della professione forense, sono stati il presidente del tribunale, il dottor Paolo Sordie il procuratore della Repubblica di Frosinone, il dottor Antonio L.R. Guerriero, che ha evidenziato l’importanza della collaborazione con le istituzioni.

Il presidente Galassi, spiegando il motivo di una ‘doppia cerimonia’ e di un ideale passaggio di consegne tra gli avvocati anziani e i giovani che si avvicinano alla professione, ha consegnato le medaglie ai quindici colleghi.

 Subito dopo l’intervento del tesoriere dell’Ordine, l’avvocato Fabrizio Zoli, ha annunciato il premio della toga d’onore ricordando, con non poca emozione e un lunghissimo applauso dei tanti presenti, l’iniziativa di intitolarla al giovane praticante avvocato Alessandro Galassi.

“Una toga piena di esperienza e di contenuti – ha detto in riferimento ai ‘senatori – che si contrappone a quella nuova, piena di speranza e bisognosa di essere riempita”.

La toga d’onore è stata conferita, da parte di Andrea Galassi, a Gianluca Pizzutelli e a Marco Raponi, i più giovani iscritti nella sessione d’esame 2020 e 2021. Oltre alla toga e a un riconoscimento, donati dalla famiglia Galassi, i due avvocati saranno esonerati dal pagamento della prima tassa di iscrizione.

Una vera emozioneha sottolineato il presidente del Consiglio dell’Ordine, Vincenzo Galassi vedere riuniti coloro che hanno dedicato tempo, energie e capacità nell’ambito della giustizia, con chi si appresta a percorrere una strada lunga e certamente non priva di difficoltà ma assolutamente gratificante e umanamente preziosa. La nostra idea di creare un anello di congiunzione è un gesto simbolico per trasmettere il grande valore di quanti, indossando una toga, accettano per sempre di essere al servizio dello Stato e del cittadino”.