Pontecorvo. Progetto forno crematorio archiviato. Renzi e Sardelli stoppano la raccolta di firme

“Siamo orgogliosi che il nostro intervento di informazione  dei cittadini pontecorvesi   in ordine al progetto  dell’amministrazione Rotondo  volto alla realizzazione di un forno crematorio ha dato i suoi  frutti : Anselmo Rotondo ha dichiarato in un comunicato che farà marcia indietro e che l’opera  non verrà più realizzata.

 La nostra campagna di informazione e la circostanza che nel fine settimana avremmo raccolto le firme per convocare con urgenza un consiglio comunale aperto per discutere,  insieme a tutti i cittadini,  di un iniziativa che, a prescindere  da ogni altra considerazione,  generava comunque  inquinamento, hanno necessariamente costretto l’attuale amministrazione a riconsiderare il parere positivo già dato ad un’iniziativa il cui iter burocratico era ormai già avviato.

 Questo e’ un  chiaro esempio  del ruolo essenziale  dell’opposizione  che,  sempre attenta all’amministrazione della città , ha  esercitato  propositivamente  il  controllo dell’azione della maggioranza informandone  i cittadini , i quali  hanno reagito   efficacemente  avverso   l’iniziativa del forno crematorio.

Resta , comunque, l’amarezza, che l’attuale amministrazione comunale non ha mai coinvolto né i cittadini e né i consiglieri di opposizione   nel progetto della  realizzazione di un forno  crematorio,   progetto che  invece meritava l’attenzione e la  condivisione della cittadinanza ,    soprattutto in considerazione  dell’impatto ambientale che ne sarebbe derivato. Ovviamente, in ragione del comunicato di Rotondo, sospenderemo la raccolta delle firme, ma assicuriamo  che continueremo  ad operare con attenzione  affinchè  vengano   sempre tutelati e salvaguardati gli interessi dei cittadini pontecorvesi”.

Lo comunicano Paolo Renzi , Annarita Sardelli  consiglieri comunali lista “Per Pontecorvo”