San Giovanni Incarico – I lavoratori socialmente utili saranno stabilizzati

Lo ha deciso il sindaco Paolo Fallone e l’intera amministrazione comunale. Questo traguardo interesserà otto Lsu che saranno assorbiti dal Comune di San Giovanni Incarico. L’amministrazione Fallone già dal suo insediamento aveva mostrato una particolare attenzione al personale e a ogni loro esigenza.  Fin dal primo anno di amministrazione, infatti,  avevano proceduto alla redistribuzione delle ore di lavoro su quattro dipendenti che erano stati assunti con contratto part time.

Dopo questo primo traguardo  Fallone  e la sua squadra hanno pianificato, passo dopo passo, la stabilizzazione di tutti lavoratori socialmente utili che avevano perso ogni speranza per la chiusura, positiva, di questa annosa vicenda.  Un progetto così ambizioso che alcuni ritenevano forse inattuabile ma che, contrariamente alle aspettative, sarà presto realtà grazie ad un piano economico che prevede la programmazione della riqualificazione e sviluppo del personale che, come in questo caso,  si è concretizzato.

Una misura questa favorita dal prossimo pensionamento di alcuni dipendenti comunali che ha consentito, di fatto, l’estensione del provvedimento di stabilizzazione a tutti i Lsu.  Il sindaco Paolo Fallone con l’intera amministrazione comunale  si sono attivati, dopo una attenta valutazione delle risorse economiche,   per redistribuire le ore sui lavoratori socialmente utili che vedranno finalmente realizzato quello che appariva un sogno. Una manovra questa che evidenzia l’attenzione dell’amministrazione Fallone verso i lavoratori socialmente utili i quali saranno inquadrati nel ruolo di dipendenti pubblici uscendo, definitivamente, dal tunnel del precariato. Un impegno questo formalizzato con la delibera di giunta comunale n. 27 del 25 marzo che ridefinisce il nuovo piano economico – occupazionale dell’ente.

“Siamo soddisfatti per aver raggiunto questo importante traguardo  – ha dichiarato il sindaco Paolo Fallone – che vedrà finalmente i lavoratori socialmente utili ripagati dei tanti sacrifici chiudendo, definitivamente, un percorso di precariato durato circa 20 anni. La stabilizzazione avverrà in più fasi con inizio, per un gruppo a settembre 2019, chiudendo il processo di stabilizzazione nella primavera del 2020. E’ stato un lavoro non affatto semplice ma fondato sulla volontà politica,  dell’intera Amministrazione comunale, di dare risposte concrete a otto lavoratori e alle rispettive famiglie. Si è arrivato a tutto questo – prosegue Fallone –  grazie ad un lavoro certosino sul bilancio che ha visto l’impegno del consigliere delegato Antonio Carbone,  supportato dalla professionalità della responsabile del comparto economico la ragioniera Antonietta Marinelli. A loro va il mio sentito ringraziamento unitamente all’intera Giunta comunale che si è assunta la responsabilità di deliberare questo importante atto condiviso con tutti i consiglieri di maggioranza. Abbiamo fortemente voluto il raggiungimento di questo obiettivo dimostrando,  attraverso uno spirito di squadra, – ha concluso il Sindaco di San Giovanni Incarico –  di saper costruire un futuro migliore per tutti con dedizione e responsabilità. Continueremo su questa strada mettendo sempre al primo posto il cittadino che, oggi più che mai, ha bisogno di risposte concrete”. (Comunicato Stampa)